Una Comunità vera

Un paio di giorni fa, per motivi di lavoro, sono andato a San Vittore di Cingoli e ho scoperto una comunità nel vero senso della parola.
Prima di raccontarvi il tutto, vorrei poter ringraziare Marisa e Maria Sole di Casale Fabrizi che, da oltre un anno, mi stanno facendo conoscere un territorio davvero fantastico…quello cingolano.

Bene, incominciamo da la Badia di San Vittore.

Appena arrivato, Cinzia e sua figlia mi hanno fatto vedere le meraviglie, i dettagli, gli spazi che ci sono all’interno della suggestiva Badia di S. Vittore, all’interno infatti ci sono resti archeologici molto importanti risalenti ai Piceni…ma non è finita qui.
Dopo aver visto tutte queste meraviglie, Cinzia mi porta verso il Fiume incantato di San Vittore di Cingoli   e qui il mio stupore diventa sempre più grande perché i miei occhi vengono rapiti da una bellezza che avevo solo sentito parlare ma non mi immaginavo niente di simile.

Infatti, accompagnato per tutto il tragitto che si snoda, tra gnomi, casette incastonate nella natura, un gufo fatto di legno, un serpente creato dal legno, gradini fatti con materiali riciclato.
Il fiume incantato è una vera opera di cittadinanza attiva dove pezzi di terreno privato  sono aperti al pubblico che ne può usufruire in maniera gratuita.
Ma la bellezza che racchiude questo posto, oltre a quando detto sopra, riguarda anche la comunità locale che si è attivata per rendere questo bellissimo luogo fruibile nel pieno rispetto dell’ambiente, della natura.
Ognuno con un compito preciso, e devo dire che già attivandosi in questa maniera stanno andando nella direzione giusta.
Ritornando indietro, Cinzia, mi fa conoscere una delle persone della comunità che, a sua volta, mi spiega la storia del fiume e i diversi lavori che sono stati fatti e che ancora devono essere fatti sempre nel rispetto dell’ambiente.

Successivamente mi accompagna verso un garage, dove mi spiegano, insieme ad altre persone, i lavori per renderlo ancora più fiabesco.
Ve lo giuro non sembra neanche di stare a San Vittore di Cingoli, anche se è a dieci minuti da casa perché è di una tale bellezza e si respira un rispetto profondo del territorio e la dedizione che si vede negli occhi di questa meravigliosa comunità vale la pena di andarli a trovare, rispettando il luogo e cercare di supportarli.

PASSATE PAROLA

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi utilizzare questi tag e attributi HTML:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>